PORTARE GLI ANIMALI IN VACANZA O LASCIARLI A CASA?

Si sta avvicinando il periodo estivo: un momento certamente piacevole per noi che abbiamo la possibilità di fare un po’ di vacanze staccando dagli impegni quotidiani, spesso un po’ meno per i nostri amici pelosi.
Oltre, infatti, alla questione abbandono – per cui si stima che ogni anno durante il periodo estivo vengano abbandonati circa 80000 cani e 50000 gatti – vacanze ed eventuali spostamenti possono essere molto stressanti per i cani e, soprattutto, i gatti.
Come gestire al meglio la situazione? Noi volontarie dell’Associazione Difesa degli Animali di Gaeta possiamo aiutarvi mettendo a vostra disposizione qualche consiglio: nel frattempo, sia che viaggiate in Italia o all’estero, vi suggeriamo di leggere i consigli del Ministero della Salute in merito.

LASCIARE IL CANE O IL GATTO A CASA

Se dovete partire per le vacanze una prima soluzione può essere quella di lasciare il cane o il gatto a casa: la soluzione è sicuramente molto più adatta per i gatti che non per i cani che sarebbero, preferibilmente, da portare con voi.
Il gatto, infatti, tende a patire molto gli spostamenti: se la vostra vacanza è lunga – ad esempio due settimene o più – e alloggiate in una casa presa in affitto o di vostra proprietà il gatto potrà abituarsi facilmente alla nuova sistemazione. Diversamente, se vi spostate per periodi brevi e state in albergo potrebbe essere preferibile lasciare il gatto a casa: innanzitutto perché non avrebbe neanche il tempo per riprendersi dalla fatica del viaggio che sarebbe già l’ora di tornare. Ma, soprattutto, se siete in albergo considerate che il gatto è ad alto rischio fuga, magari quando il personale viene a pulirvi la camera.
Ovviamente non stiamo suggerendo che il cane o il gatto debbano stare da soli! Se si tratta di passare una notte fuori i nostri pelosi, con acqua e cibo a volontà, se la cavano benissimo, ma se devono stare soli per più di un paio di giornate è meglio affidarsi a qualcuno di fidato come parenti o amici oppure a un o una pet-sitter che verranno a casa vostra una volta al giorno a nutrire, pulire e coccolare un po’ i vostri cani o gatti o a portarli fuori per una passeggiata.
In conclusione, comunque, non lasciateli soli per troppo tempo: i cani e anche i gatti – sì, anche i felini, checché se ne dica – patiscono moltissimo lo stare da soli e la vostra assenza e soffrono profondamente l’abbandono anche momentaneo.

AFFIDARSI A UNA PENSIONE PER CANI O PER GATTI

Un’altra soluzione consiste nell’affidare il cane o il gatto a una pensione.
Noi non siamo certo contrarie a questa soluzione, ma pensiamo sia più adatta a situazioni di emergenza – ad esempio se dovete andar via all’improvviso perché un parente è stato male e non avete proprio idea di come né il tempo materiale per gestire il gatto o il cane – e di brevissima durata.
Le pensioni, infatti, anche quando sono affidabili, non sono proprio l’ambiente ottimale per il vostro cane o gatto. Questo perché:

  • per quanto la pensione vi sia stata raccomandata o sia gestita da persone affidabili voi non siete lì e non serve dire altro
  • il gatto o il cane vengono ubicati dentro dei gabbioni che anche se piuttosto grandi – ma non è certo detto – sempre gabbie sono e limitano il movimento dell’animale, magari normalmente abituato a circolare libero per casa o in giardino. A voi piacerebbe passare intere giornate dentro a una gabbia? Sicuramente no
  • spesso i cani o i gatti, anche se in gabbie separate, stanno tutti in un unico ambiente e potete immaginare che una convivenza forzata con altri animali mai visti e in un ambiente sconosciuto non è certo il massimo, soprattutto se il vostro cane o gatto è abituato ad essere l’unico di casa.

PORTARE IL CANE O IL GATTO IN VACANZA CON VOI

Un’ultima soluzione può essere quella di portare il cane o gatto in viaggio con voi. È una scelta che, se fatta con certi crismi, ha una indiscussa serie di vantaggi, primo fra tutti il fatto che il vostro animale starà con voi, cosa che sicuramente preferisce rispetto al rimanere da solo o in compagnia di estranei.
Se volete sapere come comportarvi coi vostri animali sui vari mezzi di trasporto leggete l’articolo della prossima settimana.

COSA CONTROLLARE PRIMA DI PARTIRE COL GATTO O COL CANE

Infine ecco alcune cose che dovete controllare o sapere prima di portare il gatto o il cane in vacanza:

  • portate sempre con voi i libretti sanitari del cane o del gatto
  • trasportate SOLO animali in salute, in regola con i vaccini e i trattamenti antiparassitari.
    Prima di partire chiedete al veterinario o alla veterinaria quali sono
  • informatevi e segnatevi indirizzo e numeri di telefono di uno studio medico-veterinario affidabile e di un Pronto Soccorso veterinario aperto 24h nelle vicinanze. Non sapete cosa potrebbe accadere, quindi informatevi prima, così da non perdere tempo in caso di emergenza
  • chiedete alla veterinaria o al veterinario quali medicine è il caso di portarsi appresso, ad esempio antiemetici, calmanti o enterogermina
  • durante il viaggio il cane o il gatto potrebbero avere la nausea o agitarsi. Se non sapete quale sarà la reazione o viaggiate con un mezzo nuovo consultate il veterinario o la veterinaria e chiedete consigli in merito
  • oltre al trasportino e agli oggetti indispensabili per il vostro animale come ciotole, guinzaglio, spazzola eccetera, portate degli oggetti personali del micio o del cane che serviranno per tranquillizzarlo durante il viaggio e per farlo sentire a casa anche in un luogo nuovo – ad esempio una cuccetta, una copertina, qualche giochino
  • per la vacanza sarebbe bene che il cane e il gatto avessero un collarino con i vostri recapiti in caso di smarrimento. Ovviamente non mettete campanellini sul collare perché potrebbero creare disturbi all’udito
  • non sapete che cibo per animali troverete sul posto quando sarete in vacanza. Quindi, a meno che non abbiate verificato su internet che proprio lì vicino c’è il vostro negozio per animali preferito, portate le pappe con voi. Cambiare alimentazione – oltre che ambiente e abitudini – potrebbe creare al micio o al cane qualche scompenso o farlo stare male.
    Per sicurezza chiedete delucidazioni al veterinario o alla veterinaria
  • ATTENZIONE AI COLPI DI CALORE!!!
    Non lasciate MAI i vostri cani e gatti soli in auto, neanche per poco tempo, neanche coi finestrini abbassati. La temperatura dell’auto si alza in pochissimi minuti e diventa un vero e proprio forno in cui, aggiungendo l’ansia per il viaggio, il vostro cane o gatto rischiano seriamente di morire per una crisi cardio-respiratoria in pochi secondi.
    Se fa caldo viaggiate col clima acceso e tenete sempre una ciotola per l’acqua per fare bere il cane o il gatto.
    Cani e gatti non gestiscono il calore come noi, quindi anche se noi ci sentiamo bene, potrebbe non essere lo stesso per il vostro animale: quindi vi invitiamo vivamente, prima di partire, a chiedere al veterinario o alla veterinaria quali sono i sintomi del colpo di calore e come prevenirli e gestirli. Chiamatelo o chiamatela IMMEDIATAMENTE se il gatto o il cane non dovesse sentirsi bene o portatelo al Pronto Soccorso veterinario più vicino
  • ATTENZIONE ANCHE AL FREDDO!!!
    Le stesse precauzioni prese per il caldo vanno prese se fa freddo: Non lasciate MAI i vostri cani e gatti soli in auto, neanche per poco tempo. Se fa freddo viaggiate col riscaldamento inserito e coprite bene il cane o il gatto con coperta e cappottino quando uscite
  • attenzione anche alle soste. È molto importante che l’animale si sgranchisca le zampe se il viaggio è lungo, ma non aprite il trasportino e non lasciate il cane – o il gatto se lo usa! – vagare senza il guinzaglio perché potrebbe perdersi o farsi male. Aprite il trasportino solo in situazioni di stretta necessità come dare da bere al vostro amico e solo in posti perfettamente chiusi come l’automobile.

Insomma prendete tutte le precauzioni necessarie e usate il buon senso e, soprattutto…divertitevi assieme ai vostri amici pelosi!

NOTA: questo articolo è stato redatto con lo scopo di fornire brevi consigli generici di natura informativa a chi possiede o vuole adottare un animale e di condividere esperienze e opinioni. Ricordiamo, quindi, che per il benessere e la salute dei vostri animali, suggerimenti di questo tipo non sostituiscono la consulenza e la visita di un veterinario che rimane sempre figura di riferimento in caso di dubbi o problemi.
L’associazione A.D.A. Gaeta non fornisce consulenze mediche o medico-veterinarie on-line su questa o su altre piattaforme e non pubblica richieste da parte di terzi inerenti alla salute del proprio animale: commenti o post con richieste di consigli di natura medica o medico-veterinaria sulle proprie piattaforme verranno immediatamente rimossi.

Se ti è piaciuto questo articolo dicci la tua sulle nostre pagine Facebook o Google+!

Inizia a scrivere e premi invio

Questo sito si avvale dell'uso di cookie anche di terze parti. Vi preghiamo di prendere visione dell'informativa estesa per maggiori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi