NON CONDANNIAMO A MORTE I GATTI E I CANI DI GAETA!

Nella mattinata di Giovedì 28 Settembre il Comune di Gaeta, in provincia di Latina, discuterà sull’approvazione della proposta di modifica del regolamento comunale volta a limitare il numero di animali da compagnia a cinque animali per persona.
Ci sono alcuni punti poco chiari e domande cui non sappiamo dare risposte:

  • chi e in base a quali criteri stabilisce il numero massimo di animali da affezione da detenere in casa o in colonia?
  • i gatti e i cani “in eccesso” che fine faranno?
  • se il comune non fornisce ai volontari e alle volontarie di Gaeta adeguate strutture di ricovero per i gatti dove questi devono essere collocati?
  • perché il Comune non provvede alla sterilizzazione dei gatti e dei cani così da limitare il fenomeno del randagismo animale?
  • con quali criteri verrà deciso quali gatti o cani sono “di troppo” e quali no?
  • chi andrà a controllare i privati cittadini o le volontarie e i volontari nelle loro abitazioni private o nei loro giardini?
  • chi può segnalare gatti o cani in sovrannumero?

Questo provvedimento è basato sulla delazione: in una città come Gaeta dove vige la più totale indifferenza verso i nostri amici animali e dove abbandono, randagismo e avvelenamento sono all’ordine del giorno, il provvedimento si prospetta come un’occasione per segnalare volontarie e volontari mossi da personali antipatie o intolleranza verso gli animali.
La legge nazionale regola la detenzione degli animali, e le modalità della loro custodia e cura:

  • gli animali sono riconosciuti come esseri senzienti dotati di affettività
  • ognuno, previo rispetto delle norme igieniche, può detenere quanti animali da compagnia desidera
  • le colonie feline sono riconosciute e tutelate dalla legge
  • il maltrattamento e l’abbandono sono illegali
  • la soppressione degli animali d’affezione è prevista solo a fronte di ragioni sanitarie o della comprovata pericolosità o dell’animale stesso ed è consentita solo se effettuata da personale medico autorizzato
  • il regolamento comunale di Gaeta si prefigge di tutelare e salvaguardare gli animali, contrastando abbandono, maltrattamento e randagismo.

Oltre all’evidente mancanza di fondamenti legali del provvedimento ci chiediamo se il medesimo non abbia come unico scopo ed effetto quello di incentivare iniziative personali volte all’uccisione degli animali da compagnia curati da associazioni e volontari tramite avvelenamento o altri metodi crudeli e disumani.
Ciò che, però, ci turba maggiormente è la totale incoerenza del provvedimento che non tiene affatto conto delle reali esigenze di chi, umano o meno, vive sul territorio: le istituzioni dovrebbero avere il dovere di promuovere una convivenza ottimale tra persone e animali nel rispetto dell’ambiente che li circonda, tutelare i soggetti più deboli e farsi carico di tutte quelle iniziative volte a raggiungere tali scopi.
Finora i volontari e le volontarie si sono occupati del problema autonomamente e di propria iniziativa, con aiuti economici minimi, senza poter usufruire di strutture adeguate e nella più totale indifferenza verso gli animali vittime di chi delinque rendendosi autore di maltrattamenti, abbandoni e uccisioni. Questo provvedimento, mascherato da iniziativa volta alla tutela degli animali medesimi, non farà che ostacolare ulteriormente il loro lavoro, rendendo impossibile la cura e la protezione della fauna locale e sottoponendola a ulteriori rischi.

L’Associazione Difesa degli Animali A.D.A. di Gaeta, coadiuvata dal proprio ufficio legale, ha redatto un documento che verrà inviato al sindaco di Gaeta, dott. Cosmo Mitrano con lo scopo di chiedere il rigetto della proposta di modifica del regolamento comunale che verrà discusso Giovedì 28 Settembre.
Chiediamo a tutti coloro che hanno a cuore gli animali e l’ambiente e che siano dotati di vero senso civico e di rispetto verso se stessi, l’ambiente e la società in cui vivono di unirsi alla nostra protesta INVIANDO FIRMATO VIA MAIL IL TESTO CHE SEGUE al Sindaco all’indirizzo mail sindaco@comune.gaeta.lt.it.
Grazie a tutti e tutte.

Testo da copiare ed incollare nella mail:

Mercoledì 27 Settembre 2017,
alla cortese attenzione del dottor Cosmo Mitrano, sindaco di Gaeta.
In merito alla proposta di modifica del regolamento comunale inerente la tutela degli animali nel Comune di Gaeta che si discuterà Giovedì 28 Settembre 2017,
considerato che tale iniziativa mette a serio rischio la vita e la salute fisica e affettiva degli animali da compagnia del territorio di Gaeta, siano essi detenuti in abitazioni private, pertinenze e/o giardini condominiali;
Considerato che limitare il numero di animali da poter detenere è contra legem. Considerato che la proposta, incentiva l’abbandono, il maltrattamento e l’uccisione degli animali tramite avvelenamento o altri metodi brutali;
Considerato che esistono metodi sicuramente più civili per tutelare gli animali e limitare il fenomeno del randagismo, come la sterilizzazione e la messa a disposizione di strutture atte al ricovero degli animali stessi, metodi che attualmente il Comune di Gaeta non mette in pratica lasciando la gestione di gatti e cani all’iniziativa personale di privati cittadini;
Considerato che la modifica proposta è aberrante ed è  manifestazione di alta inciviltà, avendo a cuore la salute degli animali, auspico un serio intervento delle istituzioni da Lei rappresentate. chiedo che tale proposta non venga approvata e che il Comune si attivi al fine di promuovere iniziative più efficaci per la tutela e la protezione degli animali.
Si precisa che il regolamento comunale è atto di normazione secondaria e non può contrastare con le leggi nazionali e leggi regionali afferenti la materia de quo.

Il Comune  di Gaeta non ha potestà legislativa sulla materia ma solo “attuativa” ed “ esecutiva “dei principi e delle norme base impresse dalla legislazione nazionale e regionale.

La proposta di modifica è in contrasto con la legislazione vigente e con la gerarchia delle fonti normative

Ringraziandola per l’attenzione e la disponibilità,
Le porgo i miei più cordiali saluti.


NOME E COGNOME

Inizia a scrivere e premi invio

Questo sito si avvale dell'uso di cookie anche di terze parti. Vi preghiamo di prendere visione dell'informativa estesa per maggiori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi